L’Italia che mi piace

L’Italia che mi piace

Sì, riparto da… l’Italia che mi piace.

Voi sapete bene che quando sono tornata dal grande viaggio, lo shock con l’Italia è stato forte. Un contrasto incredibile, soprattutto con il continente oceanico, a cui ancora oggi faccio fatica ad abituarmi.

Ecco perché quando scopro nel mio paese REALTÀ COME BEONME, CHE DANNO UN FORTE CONTRIBUTO AL CAMBIAMENTO, che sostengono chi lo vuole questo cambiamento, cerco con tutta me stessa di portarle alla luce, CONVINTA COME SONO CHE LA POSITIVITÀ SIA CONTAGIOSA.

Il mio è un lavoro di incontri virtuali, spesso limitati ad uno scambio di email. Non sempre è facile scoprire le qualità e il valore di chi sta dall’altra parte dello schermo.

ESISTE però UN MOMENTO IN CUI SI INSTAURA UN FEELING, in cui il tuo desiderio di contribuire al cambiamento si sintonizza sul desiderio dell’altro. E lì capisci che, sì, ti puoi fidare e che dall’altra parte c’è qualcuno a ritmo con te.

È questo ANDARE INSIEME A RITMO che caratterizza le mie collaborazioni da sempre. Forse non diventerò ricca e famosa ma, se le mie collaborazioni sono basate sul rispetto reciproco e su valori in cui credo, la sera vado a letto felice e soddisfatta.

AVERE CURA DI SÉ

alt= l’Italia che mi piace 1

Non sono stata una che ha avuto molta cura di sé nella sua vita, ancora oggi sto imparando. Perché se nessuno ti ha insegnato a farlo, ad un certo punto puoi solo metterti lì e impararlo. All’inizio è faticoso perché non hai la più pallida idea di che cosa voglia dire ma si può partire dalle piccole cose, dal bere più acqua, mangiare ad orari regolari, comprarti una cosa piccola che ti genera felicità (a volte è un paio di calzini caldi e colorati o dei matitoni di cera, altre volte un paio di scarpe tacco 12 😉 ).

Per questo per me è così importante insegnarlo a mia figlia. A volte sbuffa perché adesso non se ne rende conto, pensa soltanto: “Che pizza, mamma”.

Ma quando sarà grande, ne avrà i ricordi e i ricordi diventano lezioni acquisite che non vanno più via. Si iscrivono nel DNA.

L’IMPORTANZA DI CONOSCERE L’INCI

alt= l’Italia che mi piace 2

Già da tempo vi parlo dell’importanza di saper leggere l’Inci dei prodotti cosmetici. Perché la maggior parte dei prodotti cosmetici contiene composti chimici per lo più tossici che non rimangono solo a livello della pelle. Penetrano anche nell’epidermide e vengono assorbite dal sangue. Io lo so bene perché oltre ad avere a che fare con la pelle super-secca della mia congo-girl, ho un marito con un’epidermide delicatissima e spesso soggetta ad allergie. È UN UOMO-TEST, come lo chiamo io 😀 , perché spesso non tollera neanche alcuni prodotti Bio. Quindi con lui si va sul sicuro 😉

Io stessa, prima di passare all’EcoBio, soffrivo di desquamazione al cuoio capelluto e oggi non so più che cosa significhi.

Ho imparato con il tempo a capire quali ingredienti verdi fossero più adatti alla pelle del mio viso, del corpo o dei capelli, come a quelli della mia bambina.

E oggi sapere cosa mi spalmo addosso, mi fa sentire più al sicuro.

Persino mia figlia ormai mi dice: “Ma la pubblicità di questo shampoo è falsa”

Ahah, è proprio buffa!

Felice di presentarvi BEONME

alt= l’Italia che mi piace 3

L’azienda di cui vi sto parlando e con cui si è innescato quel feeling di cui scrivevo prima è BeOnMe.

Oltre a produrre cosmetici Vegani con ingredienti biologici certificati, provenienti da risorse rinnovabili e il cui packaging è totalmente riciclabile, BEONME ha un codice etico e di responsabilità che vi invito a leggere A QUESTO LINK per rendervi conto del livello di cui vi ho parlato sopra.

Io posso dirvi che, dopo aver testato 10 dei loro prodotti per circa 15 giorni, su me stessa e sulla mia famiglia, ne sono rimasta piacevolmente colpita.

In particolare ho trovato:

  • una texture molto cremosa, cosa che non sempre si ritrova nei cosmetici ecobio
  • una profumazione delicata, molto legata al componente naturale del prodotto, il che è buon segno perché non ci sono profumi aggiunti (c’è gente che non li tollera)
  • un ottimo assorbimento sulla pelle sia del viso sia del corpo senza scia bianca né quella sensazione di appiccicaticcio che a volte lasciano le creme un po’ più grasse

 

SUL SITO DI BEONME (https://beonmelab.com/it/) troverete tutti gli ingredienti e le proprietà di ogni singolo prodotto perché ogni pelle è diversa ed è importante scegliere lo shampoo, la crema o il siero più adatto alle vostre esigenze.

Spero che la mia esperienza possa esservi stata utile e, ovviamente, se li userete, fatemi sapere cosa ne pensate.

Il vostro contributo è fondamentale per la mia crescita 🙂

 

Sponsored

18 thoughts on “L’Italia che mi piace

  1. Non conosco questa azienda, mi hai incuriosita! Anche io, come te sto imparando a fatica a prendermi cura di me stessa, fai benissimo ad insegnarlo a tua figlia!
    Un abbraccio,
    Lucia

    1. Grazie. Mi rendo conto che forse per lei è più semplice. Per me, che ormai sono grande, a volte sento che sia un lavoro più complicato

  2. E profondamente vero ciò che scrivi! I legami di oggi sono quasi esclusivamente virtuali punto ottimi prodotti Comunque dal punto di vista della naturalezza

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.