IL NOSTRO HALLOWEEN A MIRABILANDIA

IL NOSTRO HALLOWEEN A MIRABILANDIA

Dovrei non stupirmi più, dopo tanti anni, quando vedo la vita rispondere ad un’intenzione.

Ma non ad un’intenzione qualunque, all’intenzione di essere felici.

(Che poi, questa cosa dovrebbe farci riflettere che quando non c’è risposta, mi sa che non stiamo andando verso la nostra felicità… ma questa è un’altra storia).

Avevo serenamente dichiarato il momento di debolezza che sto vivendo da Settembre. Vi ho parlato di come sono ripartita con la decisione di nutrire la mia anima. Di quell’“essere gentili soprattutto con se stesse/i”, un’azione apparentemente tanto semplice che, qualche volta, risulta ardua.

E poi mentre cammini nella palude della vulnerabilità per cercare la tua strada, arriva un invito, un INVITO INEQUIVOCABILE A GIOCARE, a divertirsi.

Esattamente la cosa che la bambina dentro di me aveva bisogno di fare.

Ecco che zompetta allegra, si rivolge alla sua compagna di avventure e si prepara a sperimentare i giochi di una delle sue feste preferite, quella che tanto le ricorda la sua amata New York: Halloween.

 

HALLOWEEN A MIRABILANDIA

Alt= Halloween a Mirabilandia 2

Lo scorso weekend tutta la familyalcontrario si è rimessa in viaggio per raggiungere MIRABILANDIA e sperimentare la sua HORROR EXPERIENCE.

Ora, voi dovete sapere che, sebbene ami davvero tanto Halloween, io sono una fifona nata.

Non amo guardare gli horror e ho una paura fottuta dei pagliacci… Ahahahah!

Sì, rido perché alla fine come in tutte le cose che mi riguardano, la tragedia si trasforma in una commedia esilarante, ricca di gaffes e risate da mal di pancia.

Come è successo quando mia figlia con i suoi occhi dolci mi ha pregata di salire su una specie di montagne russe, dicendo: “Ma no, mamma, vedrai che questa non è così paurosa!”.

Secondo voi, cosa è accaduto?

PREPARATEVI A RIDERE…

… in 3 sul trabiccolo, LUI davanti, io e LEI dietro. Io attaccata come una cozza alle maniglie del trabiccolo, occhi rigorosamente chiusi, urlando come una dannata (termine assolutamente in linea con l’evento): –VI ODIO TUTTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII” .

Lei: – “Tranquilla, mamma, è tutto ok”- .

La mia risposta? “NOOOO! VI ODIO TUTTIIIIIIIIII”- 😀 😀 😀

 

LE ATTRAZIONI DELLA HORROR ZONE

Vogliamo parlare di quando poi, fattosi buio, hanno transennato l’horror zone, noi ovviamente dentro, e sono sbucati gli zombie (pure i pagliacci)?

Alt= Halloween a Mirabilandia 3

Diciamo che a quel punto la paura attanagliava anche lei. Mentre LUI anziché difenderci si divertiva a seguire e fotografare gli zombie, LEI mi stringeva la mano che tra un po’ con la forza che si ritrova mi spezzava le ossa, e ad ogni zombie che tentava di avvicinarsi, prendeva il largo. Con la differenza che LEI è veloce come una saetta (fa i 50 mt in 7 secondi), IO invece sembravo una gallina che starnazza nel pollaio.

Conclusione: ci siamo divertite così tanto che ancora ne ridiamo.

 

Per chi, a differenza mia, è più coraggioso (e non ci vuole molto) ci sono 4 tunnel dell’Orrore popolati da esseri terrificanti immersi in luoghi spettrali. Ed in più una delle case del terrore più grande d’Europa: Legends of DEAD TOWN.

 

Ma, appassionata come sono di motori, è stata la Sfida a Hot Wheels City a catturare iI mio cuore. Odore di asfalto, acrobazie ad alto tasso di adrenalina, quel bellissimo sottofondo musicale che solo alcune marmitte possono produrre.

Alt= Halloween a Mirabilandia

 

Insomma per HALLOWEEN A MIRABILANDIA ce n’è per tutti i gusti e per tutte le età!

Mi viene in mente solo una parola: Gratitudine.

Perché questo invito, anche se a MIRABILANDIA non lo sanno, ha medicato con il sorriso e la meraviglia un’anima malconcia che forse si riavvia verso la guarigione e di questo non posso che essere decisamente GRATA.

 

ENJOY!

 

*ospitalità offerta da Mirabilandia

14 thoughts on “IL NOSTRO HALLOWEEN A MIRABILANDIA

  1. Un saggio diceva “togli i rami secchi per vedere meglio” e devo dire che sto imparando piano piano a togliere tutto quello che mi fa stare male, non mi rende felice tagliando a man bassa con lo scopo di raggiungere la felicità. Questo per dirti che ti capisco tantissimo in questo percorso ma nonostante tutto ho e rimane la paura dei clown che nonostante io sia tentata di provare una emozione come la tua girando per mirabilandia, me ne starò ugualmente lontana

    1. Vedo che non sono la sola ad avere questa fobia. Chissà poi perchè! Non dovrebbero essere amici dei bambini? Chissà se un/a psicologo/a in ascolto potrebbe illuminarci! Comunque davvero ogni tanto bisognerebbe fare un po’ di pulizia, come quando svuotiamo gli armadi dai vestiti vecchi

  2. Dovremmo imparare tutte ad essere più gentili con noi stesse e prenderci meno seriamente. Tu sei stata una maestra in questo attraverso questo post simpaticissimo. 🙂

    1. Grazie, Sara. Non è affatto semplice quando non sei abituata a farlo. Ma per fortuna anche le abitudini più radicate si possono trasformare 🙂

  3. Sono come te: adoro Halloween ma non posso guardare film horror se no ho gli incubi per un mese…questa esperienza a Mirabilandia sembra troppo carina, mi informerò!

  4. Sono stata a Mirabilandia poco più di 10 anni fa, in estate. Ricordo che mi divertii tanto e che feci tutte le attrazioni eccetto una: la ruota completa, quella in cui ti ritrovi a testa in giu. Quella proprio non me la sono sentita!

  5. Non sono mai stata a Mirabilandia e questa esperienza mi piacerebbe tantissimo. Fino a un certo punto perché queste cose mi spaventano a morte, ma allo stesso tempo mi attirano. Proprio come i film dell’orrore: non li voglio vedere, poi però non resisto alla tentazione… e di notte non riesco a chiudere occhio
    Oddio, lasciamo perdere i pagliacci!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.