Dove mangiare a Cisternino

Dove mangiare a Cisternino

In Puglia, si sa, il cibo è un fatto sacro.

Badate, non si tratta di un superficiale luogo comune.

È più qualcosa di viscerale, qualcosa che ha a che fare con il territorio, con quella roccia calcarea che, a contatto con l’aria, diventa terra rossa, quella terra rossa dove incidono le radici gli ulivi secolari.

Da quella terra, da quegli alberi, dall’acqua, dal vento, dal sole, nascono i prodotti che la cucina pugliese porta nella sua tavola. Quella della tradizione come quella dell’innovazione.

Sono una donna del Sud con la testa di una nordica (e quando dico nordica intendo scandinava). Sebbene ami le ricette della nonna, amo anche chi queste ricette le rivisita e le rende contemporanee, senza dimenticare l’appartenenza a quel luogo, a quella tradizione.

In Valle d’Itria questo si percepisce particolarmente e, visto che li ho provati in prima persona, oggi posso consigliarvi quattro ristoranti “slow” dove mangiare a Cisternino.

Ristoranti “slow” dove mangiare a Cisternino

Sì, la parola d’ordine è “slow”, perché certi sapori vanno goduti in lentezza, in modo quasi meditativo, sperimentando tutti i cinque sensi. E così mi auguro di raccontarveli.

Enoteca Il Cucco

Piatti Enoteca Il Cucco Cisternino

Il calore è senz’altro una delle cose che ho amato di più di questa enoteca, il senso di convivialità che percepisci entrando e addentrandoti tra le sue volte in pietra, il bancone con i prodotti tipici a vista, le anfore in vetro verde, gli elementi in vimini (guardate la foto di copertina).

A Cisternino il capocollo la fa da padrone e qui non fa eccezione, ma l’Enoteca il Cucco utilizza tutti i prodotti del territorio e questo vuol dire tanti piatti a base di verdure adatti anche a chi è vegetariano o a chi, come me, va matta per tutti gli ortaggi, soprattutto se hanno il gusto vero dell’orto.

Il fatto che sia enoteca vuol dire che potrete degustare ma anche acquistare vini, del territorio e non, confetture, miele e verdurine sott’olio. Io un saltino lo farei, che dite?

Le Capase

Ristorante Le Capase Cisternino

Se apprezzate il mix tradizione/moderno, Le Capase probabilmente sarà la vostra scelta perfetta.

Il camino scoppiettante da un lato, quadri contemporanei dall’altro. In mezzo dettagli di modernariato che sono sicuramente i miei preferiti.

Dettaglio pizzeria ristorante Le Capase Cisternino

Le Capase è un ristorante pizzeria e, così come nella scelta del design, rivisita i piatti della tradizione con un tocco di modernità. Per me il suo forte è la selezione di antipasti, dalle polpette ai flan, con un gusto delicato e raffinato. Ottima anche la pasta della pizza che, negli antipasti, vi arriverà con la tipica “bombetta” pugliese. Mi è tornata l’acquolina in bocca!

Antipasti Le Capase Cisternino

Taverna della Torre

Cantina taverna della Torre Cisternino
La cantina della taverna della Torre

Qui innanzitutto respirerete la storia. Sapete perché? La roccia nella quale è scavata la Taverna della Torre era la base della torre normanno sveva di Cisternino e, durante i lavori di ristrutturazione, sono state ritrovate una nicchia e una botola, punto di accesso per il pozzo della Torre. Questa nicchia oggi custodisce la cantina del ristorante e nella botola c’è un bel camino a legna.

Orecchiette Taverna della Torre Cisternino

Potrei consigliarvi tantissimi piatti della taverna della Torre e tutti buonissimi ma per me il piatto imperdibile è l’orecchietta. La foto non rende giustizia a tanta bontà!

Le chicche di Zia Rosa

Polpette di pane e capocollo Le Chicche di zia Rosa

In una parola: Mimmo. L’anima di questo ristorante nel centro di Cisternino è Mimmo, l’oste, la persona che, se vorrete, vi racconterà la storia di questo posto. Vi porterà nella sua cucina, un tempo la stalla a servizio di una famiglia locale dove trovavano posto il cavallo che di giorno lavorava nei campi, qualche animale da cortile come l’agnello e il coniglio e una capra che dava il latte alla famiglia. Qui c’è una storia diversa da quella precedente, quella della gente, per me l’elemento più prezioso di un territorio, perché quella storia potranno raccontarvela solo le persone, non la troverete in nessun libro di storia. La stessa tradizione culinaria che mia nonna mi ha trasmesso verbalmente e che, per fortuna, ho annotato in un’agenda tutta rotta e sfilacciata che è diventata uno dei doni più preziosi della mia vita.

Le polpette di pane di Mimmo sono le migliori in assoluto. Vi consiglio anche i primi a base di grano arso che, tra l’altro, ha un basso indice glicemico e le mandorle “atterrate”. Queste no, non hanno un indice glicemico basso, ma va beh, le mangerete solo qui a Cisternino e a casa non vi sentirete in colpa… a meno che non ve ne portiate un pacco da 1kg con la scusa di regalarle ai vostri amici e parenti!

Mandorle atterrate Le Chicche di zia Rosa

Così finisce il mio racconto nei luoghi dove mangiare a Cisternino, ma non limiterei questa esperienza al solo “dove mangiare”. Sperimentate anche l’esperienza di dormire nei trulli. Godetevi ogni attimo, ogni angolo, ogni sapore. Prendetevi del tempo per farlo.

Che il tempo, quello, vola via e, come spesso dico, non sono i soldi e la fretta che porterete con voi nell’aldilà, ma le emozioni, quelle sì, gli affetti, le risate, le esperienze.

Enjoy!

14 thoughts on “Dove mangiare a Cisternino

    1. Le orecchiette erano spaziali ma posso assicurarti anche tutto il resto. Del resto è la Puglia ed è davvero difficile mangiare male in Puglia 🙂

  1. Penso che la combo mangiare bene in questi posti pazzeschi e poi dormire nei trulli sia un’esperienza bellissima. I posti che hai descritto poi sono molto carini, accoglienti e almeno una volta bisogna andarci.

    1. È quello che penso anch’io. Unire le due cose ti permette di vivere appieno l’esperienza in Valle d’Itria.

  2. Il cibo del sud sembra essere il più buono. Sarà il sole… sarà la genuinità delle materie prime… non ci batte nessuno!

    1. io credo che le cucine regionali italiane facciano parte davvero di un patrimonio enorme, da Nord a Sud. Senza dubbio il Sud ce la mette tutta per essere sempre eccellente!

  3. Da donna del Sud, a donna del Sud, posso dirti che è proprio vero: al Sud si mangia benissimo! Anche troppo, ogni volta che torno a casa prendo sempre qualche chilo! Adoro la Valle d’Itria, la trovo magica e accogliente. Quando tornerò magari pranzerò proprio in uno di questi ristoranti.

    1. Hai usato le parole giuste: magica e accogliente. C’è tempo per mettersi a dieta, meglio godersi anche il cibo quando si va in Valle d’Itria.

  4. Le polpette di pane fanno venire voglia a vederle, sinceramente io in Puglia ci andrei solo per mangiare e tuffarmi in mare…lo farei a ciclo continuo.

  5. Tra tutti gli splendidi locali che hai descritto quello che mi ha colpito di più e il primo in cui andrei é la taverna della torre, mi piace tantissimo la parete con i vini e quelle orecchiette fanno venire fame.

    1. Soprattutto quelle orecchiette sono buonissime! Tra l’altro la taverna della Torre è una location davvero suggestiva. Ottima scelta!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.