Il Parco Archeologico di Ostia Antica

Il Parco Archeologico di Ostia Antica

Chiudete gli occhi.

Fate un bel respiro profondo.

E adesso lasciate che vi porti in un viaggio indietro nel tempo.

1900, 1800, 1200, ANNO ZERO fino a raggiungere il 350 A.C. I vostri abiti sono tonache dai tessuti naturali. I capelli raccolti in ciocche.

Siamo in una città, si trova a ridosso della maestosa Roma. È una città importante per la capitale dell’Impero. Si chiama Ostia e sorge tra il Tevere e il mar Tirreno.

Passeggiando per le sue strade, incontreremo templi, tribunali, negozi. Ci sono stoffe setose, animali esotici, spezie dai profumi intensi, pietre preziose.

Sì, perché ad Ostia arrivano le merci dall’Africa e dall’Oriente.

Teatro romano di Ostia
Il teatro romano di Ostia

Ci sono le terme per i trasportatori di merce e ci sono quelle degli dei che invitano a fare festa.

C’è il teatro con le sue rappresentazioni.

Ci sono panetterie, mulini e tavole calde dove potete gustare del buon vino e un piatto caldo rilassandovi persino nel dehor.

Ops, avete aperto gli occhi e la vostra vita vi sembra lontana anni luce da quella?

Lontana forse lo è nel tempo ma le nostre radici, il nostro DNA, risiedono lì. Ecco perché oggi vi accompagno a scoprire il Parco Archeologico di Ostia Antica.

Chissà che qualche reminiscenza ci possa aiutare a riportare qui e ora l’efficienza di Roma antica nella nostra bella e un po’ decadente Italia.

Ostia Antica: un po’ di storia

Si dice che la fondazione di Ostia Antica risalga ad Anco Marzio ma non ci sono prove che lo dimostrino. La data storica a cui si fa riferire la sua nascita è invece il 350 A.C.

La sua posizione tra il mare e il Tevere ha reso Ostia antica una città importante fin dall’inizio perché qui erano stoccate le merci che arrivavano a Fiumicino.

Dopo l’alluvione del 1557 il corso del fiume cambiò. È per questo che adesso non vediamo tracce del Tevere, e in quell’area che una volta era sede delle saline romane, oggi si trova l’Area archeologico-naturalistica delle Saline, un’oasi di biodiversità dove piante e animali sono liberi di crescere e vivere in un territorio protetto.

Ostia antica: percorso

Capitolium
Il Capitolium

Si accede ad Ostia Antica tramite la Porta Romana che dobbiamo immaginarci alta e maestosa come purtroppo oggi non è più. Il primo tratto è costituito dalla necropoli, interessante perché mostra le tecniche murarie dell’epoca: i muri infatti venivano realizzati con pietre e laterizi che venivano datati, nel senso proprio che i romani iscrivevano la data di realizzazione (furbi questi romani). Si racconta che fu Cicerone a dare il via alla costruzione delle mura, il che ci dice molto sull’importanza di Ostia Antica come snodo tra il mare e Roma.

Terme dei Cisiarii

I romani erano dei veri campioni quando si trattava di terme. Pensate che, qui ad Ostia Antica, ci sono persino delle terme ad uso esclusivo dei trasportatori, i Cisiarii, che una volta depositate le merci, potevano rilassarsi nei bagni termali, prima di proseguire il loro viaggio verso Roma. Una delle cose più affascinanti di queste terme sono i mosaici che raffigurano la cinta muraria della città, personaggi mitologici e scene di caccia.

Terme di Nettuno

Terme Nettuno Ostia
Le terme di Nettuno

Ma le più belle sono senz’altro le terme di Nettuno, chiamate così per il mosaico che raffigura il dio del mare che cavalca una biga di ippocampi e inneggia a fare festa. A fianco le terme di Anfitrite (la Nereide, sposa di Nettuno), la palestra per gli esercizi di corpo libero, le statue di marmo che continuano a lodare la bellezza dell’anatomia umana.

Furono costruite per volontà dell’imperatore Adriano che, mannaggia al tempismo, morì prima che fossero completate.

Teatro romano di Ostia Antica

Proseguendo, incontriamo il teatro romano di Ostia, risalente all’epoca di Augusto e che, ai tempi, poteva ospitare fino a 4000 persone. Ancora oggi qui si tengono concerti, spettacoli teatrali, rassegne che lo rendono vivo nonostante quegli annetti alle spalle.

Chissà quante ne avranno viste quegli spalti!

Il Capitolium

Il centro di Ostia Antica era una piazza dove sorge, ben posizionato in alto, il tempio più importante della città, il Capitolium, dedicato alla triade capitolina: Giove, Giunone, Minerva. Risale al 120 D.C. e fu voluto dall’imperatore Adriano. Intorno alla piazza troviamo anche il tempio dedicato ad Augusto e alla dea Roma, al cui apice c’era la statua della Vittoria che incontrerete poco prima lungo il cammino, e la Basilica, che in verità non aveva funzioni religiose ma era il tribunale della città.

Abitazioni, mulini, tavole calde

Termopolio Ostia Antica
Il Termopolio di Ostia Antica

Non ci sono solo edifici solenni ad Ostia Antica. Ci sono case, panetterie e il termopolio, il ristorante/bar dei romani antichi, con il suo bancone in marmo, le panchine all’esterno, la cucina e lo spazio all’aperto.

Io mi immagino tavolini e risate un po’ come succede oggi nelle nostre serate estive. In fondo in questo siamo rimasti simili.

Domus di Amore e Psiche

E l’amore? Perché si sa che i romani, i latini, erano pratici, concreti ma l’amore non credo se lo facessero mancare.

C’è una Domus evidentemente lussuosa, con fontane interne e pavimenti di marmo da diversi colori, proveniente da vari paesi del mondo (opus sectile è il nome tecnico). In una piccola stanza della Domus è stata ritrovata una statua di Amore e Psiche che si baciano ed è da questo ritrovamento che la residenza prende il nome.

Ho voluto concludere qui il nostro viaggio in questa città importante dell’impero romano, perché in qualche modo credo che quella parte della nostra storia ci aiuti a ricordare chi siamo, da dove veniamo.

Genio, praticità, sentimento, buon vivere: un mix che, se riesce a convivere ancora in noi, può portare grandi risultati anche oggi. Voi che ne pensate?

Domus Amore & Psiche
La statua di Amore e Psiche

Qualche informazioni utile sul Parco Archeologico di Ostia Antica

Ostia Antica: come arrivare

L’indirizzo esatto del Parco Archeologico di Ostia Antica è Via dei Romagnoli, 717, Roma.

Dall’Autostrada, immettevi nel GRA e prendete l’uscita 28 per la Via del Mare. Seguite i cartelli per Ostia Antica.

Con i mezzi pubblici, potete prendere la metro B fino a Piramide – Porta San Paolo, e da lì il treno Roma-Lido. Scendete alla fermata Ostia Antica e proseguite a piedi per qualche minuto.

Biglietti e parcheggio

Il biglietto intero costa 10€. Il ridotto 2€.

Il parcheggio è gratuito e si trova proprio all’ingresso. Per tutti gli orari e le info aggiornate sul Parco, sulle giornate e i biglietti gratuiti, vi consiglio di consultare il sito ufficiale.

2 thoughts on “Il Parco Archeologico di Ostia Antica

  1. Che bello questo salto nella storia!! Ostia antica dicono sia più grande di Pompei e, a quanto ho letto, è perfettamente conservata. La metto in lista!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!