Aveiro: laddove mare e laguna si fondono

Aveiro: laddove mare e laguna si fondono

Se chiudo gli occhi, sento il profumo del mare, ascolto le voci dei pescatori al mercato, le chiacchiere degli studenti universitari.

Se apro gli occhi vedo casette colorate, imbarcazioni che ricordano le nostre gondole ma poi le osservo con attenzione e sono inconfondibilmente portoghesi.

Azulejos Aveiro

Se cammino per le stradine, incontro sguardi sereni di chi vive in un paese tranquillo, ancora poco turistico sebbene così caratteristico.

È Aveiro, a pochi chilometri dalla passionale Porto. Qui è tutto ridimensionato. I colori da scuri sono diventati allegri, forti. L’art nouveau emerge qua e là sulle facciate delle case. I bar non aprono prima delle 9.

Ci sono luoghi nel mondo dove ti senti a casa e Aveiro è stato uno di quei luoghi per me. Mi sono immaginata in una casetta di Costa Nova a scrivere la seconda parte di SAFARI, in inverno, con l’oceano in tempesta e una tazza fumante di tè sulla mia scrivania.

Cosa vedere ad Aveiro in Portogallo

Casa a cais dos botiroes

La chiamano la Venezia del Portogallo, ma Aveiro, piccolo borgo marinaro, è un paesino portoghese fino al midollo e nel mio viaggio in Portogallo è l’ennesima dimostrazione di quanto questo paese sia ricco di sfaccettature diverse da destinazione a destinazione.

Vi propongo un gioco.

Immaginiamo di ritrovarci insieme, sì, io e voi, tra le strade di Aveiro e iniziamo una passeggiata alla scoperta di questa piccola chicca del Portogallo. Vi va?

I canali

Il nostro itinerario non potrebbe partire da altro luogo se non dai suoi canali, guardando i turisti sulle moliceiros, le barche tradizionali che un tempo venivano usate per la raccolta delle alghe.

Adesso vi do un tempo per perdervi.

Casa liberty ad Aveiro Portogallo

Immergetevi nel quartiere Rossio, guardate col naso all’insù le case Art Nouveau costruite dagli emigrati brasiliani tornati in patria, fermatevi in un bar a prendere un buon caffè portoghese, immaginate pescatori e poeti seduti a quei bar, sognate il vostro personalissimo romanzo.

Ci rivediamo qui tra 15 minuti, forse anche 20.

Il mercato del pesce

Le sentite anche voi quelle voci?

Come dite? Sono in portoghese e non capite cosa dicono?

Vi do un aiutino.

Provate a ricordare dove avete già sentito quelle urla, quel modo di vendere.

Eh, sì! Anche in Italia si può sentire quel tono di voce… al mercato.

E cosa c’è di più autentico di un vero mercato, ancor di più per noi gente di mare, del mercato del pesce? Provate ad andare in mezzo ai banconi, sentite i profumi, osservate le persone.

Non c’è niente di più bello nel viaggiare di immergersi tra i locali e in qualche modo immaginare la nostra vita lì.

La vecchia stazione ferroviaria

È deliziosa la stazione dei treni di Aveiro e, con i suoi azulejos sulle grandi pareti bianche, vi racconterà la storia della piccola città lagunare.

Dentro purtroppo non è visitabile.

La Cattedrale di Aveiro

Cattedrale Aveiro
La Cattedrale di Aveiro

E adesso facciamo un salto dall’altra parte della laguna e diamo un occhio alla bella Cattedrale di Aveiro.

Risale al 1423 ma fu ristrutturata in epoca barocca. All’esterno noterete il bel campanile e la cupola in Art Nouveau, all’interno gli azulejos che raccontano la vita di San Domenico a cui è dedicata la Cattedrale.

Museo di Aveiro

Tra le mura e i segreti del Mosteiro de Jesus, ex-convento di monache domenicane, si trova oggi il Museo di Aveiro.

Passeggiate tra le colonne del chiostro e ammirate con occhi luccicanti la cappella maggiore realizzata in legno intagliato dorato.

Una vera meraviglia!

Le spiagge di Aveiro: Costa Nova e Praia da Barra

Foto IG Unadonnaalcontrario Costa Nova
Si vede che ero nel mio tra le casette di Costa Nova 🙂

Prendete un bus proprio all’altezza dei canali in direzione Costa Nova.

A destra e a sinistra vi appariranno le saline e, se sarete fortunate/i, vedrete al lavoro i marnotos, gli uomini che estraggono il sale, e le salineiras, le donne che lo trasportano in canestri di vimini.

L’autobus finisce la sua corsa.

Siamo in uno dei lembi di terra più iconici del Portogallo: Costa Nova.

Un tempo villaggio di pescatori, oggi uno dei luoghi balneari del Portogallo centrale.

Famoso per le sue casette colorate a strisce verticali che un tempo erano dei veri e propri magazzini dove i pescatori conservavano i loro attrezzi di lavoro.

Si chiamavano palheiros perché erano costruiti in paglia e canne.

Pian, piano vennero ricoperte da assi di legno che le persone dipinsero in vari colori.

La mia preferita è quella bianca azzurra. E voi quale preferite?

Se amate i fari e l’atmosfera che creano, fate una sosta a Praia da Barra, laddove la Ria, la laguna di Aveiro, confluisce nell’oceano e dove potrete ammirare il faro più alto del Portogallo, ben 62 metri.

Come raggiungere Aveiro

trenino Aveiro

Aveiro dista da Porto circa 70 Km. Ci sono molti treni e autobus che vi permettono di raggiungere Aveiro da Porto in meno di un’ora.

Io, per esempio, ho utilizzato un bus della linea Rede Expressos. Il costo del biglietto è davvero economico: appena 6€. Direi, un’ottima alternativa al noleggio auto.

Cosa mangiare ad Aveiro

Mangiare ad Aveiro
Da sx le Ovos Moles, il tonno di Rebaldaria, i calamari di O Adriano

Ovviamente pesce!

Ma se siete in giro e avete voglia di uno spuntino veloce, vi consiglio di assaggiare il dolce tipico di Aveiro: l’Ovos Moles.

La ricetta nasce proprio dal Mosteiro de Jesus dove, oltre le suore domenicane, vivevano anche le figlie del re. Le monache usavano il bianco d’uovo per stirare le camicie e, nell’ottica del “non buttare via niente”, riutilizzavano i tuorli in cucina.

Le Ovos Moles sono infatti realizzate col tuorlo d’uovo e lo zucchero e sono ricoperte da un’ostia che prende le forme del mare: conchiglie, pesci, granchi, etc.

Dove mangiare ad Aveiro

E adesso vi consiglio dove mangiare del gran pesce ad Aveiro.

Sì, diciamo che qui non si fa fatica a trovare del buon pesce fresco ma sapete che io non amo i ristoranti troppo turistici e così, su consiglio di una donna locale, una sera io e la mia compagna di viaggio ci siamo ritrovate sedute ai tavoli di O Adriano in R. Cap. Sousa Pizarro 4. I calamari più buoni della mia vita!

Per un pranzo veloce e non meno gustoso, vi consiglio Rebaldaria in Rua Combatentes da Grande Guerra, 21. Diciamo che questo l’ho scelto soprattutto per il design un po’ retrò e, al contempo, moderno e di certo la qualità del cibo non è da meno.

Un consiglio spassionato: ricordatevi di prendere le mezze porzioni. Questo vale per tutto il Portogallo: la porzione normale è gigantesca!

Dove dormire ad Aveiro

Un suggerimento fidatissimo anche su dove dormire ad Aveiro che non solo è un posto molto, molto carino ma è anche molto, molto economico.

Sto parlando di Family House in Rua Josè Luìs Cipriano, 21.

La stanza in cui abbiamo soggiornato noi era veramente ampia e pulita, con un bagno altrettanto grande. Inoltre c’è una zona comune con soggiorno e cucina nel caso in cui vogliate fare colazione o prepararvi una tisana la sera.

Il nostro bel giro è finito. Mi auguro siate state/i in buona compagnia. E se avete domande e altre curiosità su Aveiro, sono qui per rispondervi. Basta scriverle nei commenti qui sotto.

Ultima modifica by unadonnaalcontrario

2 thoughts on “Aveiro: laddove mare e laguna si fondono

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!