Articolo verità o bugie

Dire la verità o mentire? Tu cosa scegli?

Ti rispondo subito per me: dire la verità sempre e comunque!

Per come la vedo io, la fiducia e l’onestà sono le basi per ogni tipo di relazione, personale e professionale.

Nel momento in cui mi accorgo, e me ne accorgo, che qualcuno mi sta mentendo, per me è molto, molto difficile ripristinare la fiducia in quella persona.

Ci vorrà del tempo e parecchie azioni concrete perché questo accada.

Senza scomodare i grandi filosofi della storia, che a quanto pare sono d’accordo con me, ribadisco: per me dire la verità è l’unica scelta. Sempre!

Perché non dire la verità?

Questa è la domanda che mi faccio quando scopro che qualcuno mi mente: non è più semplice dire la verità?

Nella mia esperienza, la verità viene sempre a galla (ho detto “sempre”) e se viene a galla tempo dopo, le conseguenze sono decisamente peggiori.

A sentire alcune persone, preferiscono mentire per mantenere l’armonia con l’altra persona, per non ferirla. E secondo te, come si sente quella persona quando scopre che le hanno mentito? Te lo dico io: Ferita!

Perdona la mia sincerità, ma del resto di sincerità stiamo parlando, quelle persone dimostrano solo di essere egoiste. Cercano di proteggersi, di non affrontare qualcosa di cui hanno paura, di non scontrarsi con quella persona o forse di non perderla. Non pensi?

Senza tener conto che quando menti alle altre persone, in verità stai mentendo a te stessa/o prima di tutto. Ti racconti che così il tuo rapporto con quella persona andrà meglio, sarà protetto. Sbagliato! Quel rapporto è solo falsato, basato su una finzione che hai creato tu e solo tu.

Non sto dicendo che io sono perfetta e non ho mai detto bugie in vita mia. Mi è capitato rarissime volte in passato, ma in quelle rare occasioni stavo talmente male che ho deciso che non lo avrei più fatto.

Mi sono chiesta: che persona vuoi essere nella vita?

Vuoi essere una persona autentica o la brutta copia di chi potresti essere? Vuoi rimanere una codarda a vita o vuoi essere coraggiosa e diventare una persona di cui ci si può fidare e su cui si può contare?

Indovina cosa ho scelto?

Dire la verità o mentire

La gentilezza è sempre un’ottima scelta

Non aver paura di dire la verità.

Se lo farai con gentilezza, con lo scopo di essere costruttiva/o e di migliorare ancora di più il rapporto con l’altra persona, farai un’esperienza meravigliosa, e concederai anche all’altra persona di farla.

Le darai l’opportunità di conoscerti meglio, di vedere anche le tue paure, le tue difficoltà.

Basta essere sinceri/e, chiari/e senza manipolare ulteriormente i fatti.

Non è difficile, credimi.

Non sai cosa pensa l’altro

Noi non siamo nessuno per sapere come reagirà l’altro/a alla nostra verità. Non possiamo metterci nella sua testa. Non possiamo farci film perché quella persona è l’unica regista della sua vita e, pensa, potrebbe stupirti con effetti speciali.

Parlo da una a cui hanno mentito tanto.

Posso dirti che chi è stato capace di dirmi la verità, ha acquisito ancora più fiducia ai miei occhi, ancora più rispetto.

Ribadisco. Noi siamo esseri umani, non siamo esseri perfetti. Io lo so, tu lo sai, perciò chi mi dice: “Guarda, ho sbagliato e mi dispiace, ma voglio rimediare”, e non lo dice soltanto ma lo fa, per me acquista mille punti nella nostra futura relazione.

C’è sempre un guadagno nel dire la verità

Non dire la verità crea sfiducia, sospetto, incomprensioni.

Al contrario dire la verità, chiedere scusa fa emergere il coraggio, la disponibilità ad esporsi, a dialogare, a mettersi in gioco.

Credimi: è dire la verità il vero atto d’amore. Perciò guarda l’altra persona negli occhi e dille sempre la verità.

Quella roba ipocrita del dire una bugia “a fin di bene” è davvero un’azione che svilisce, una bella scusa per tenersi al sicuro.

Noi siamo migliori di così.

Non dimenticarti che la verità prima o poi emerge e lì il lavoro da fare, sempre se l’altra persona ci concederà di farlo, sarà lungo e faticoso, molto di più di mentire oggi.

Si tratta di tradimento e vale anche se non hai tradito con un’altra donna o un altro uomo fisicamente. È il tradimento della fiducia, a mio parere il più grave in assoluto.

I danni creati da questo tipo di tradimento sono difficilmente riparabili.

Non vuoi credere a me perché non sono una psicologa o una ricercatrice?

Lo capisco ma sappi che ci sono molti studi che attestano che dire bugie fa male alla salute fisica e mentale. Perciò se non lo vuoi fare per l’altra persona, fallo per te, per la tua salute, per la tua crescita personale. Ne avrai un grande guadagno.

Insegnare ai bambini a dire la verità

Chiarisco subito che non sto parlando delle piccole bugie che i bambini dicono ai genitori durante l’infanzia e l’adolescenza.

Sembra infatti che quelle siano necessarie alla loro crescita e alla crescita proprio del rapporto con i genitori e con gli altri.

Ma quei bambini e quelle bambine ad un certo punto diventeranno adulte/i e, se mi chiedi come insegnare a un bambino a dire la verità, ti risponderò… con l’esempio. Il tuo esempio. Che esempio sarai per tua/o figlia/o se scoprirà che sei un/a bugiardo/a?

Mia figlia sa che mi fido di lei, che non leggerò mai il suo diario segreto o i suoi messaggi sul cellulare. Perché io non voglio un rapporto basato sul sospetto che “mamma mi guarda i messaggi e devo nasconderglieli”.

Questo tipo di relazione non m’interessa. E vale per qualunque tipo di relazione. Un rapporto basato sul sospetto della menzogna è un rapporto falsato, da cui dovrò sempre proteggermi e sinceramente mi fa molta paura.

Io ho bisogno di verità nella mia vita. Preferisco e preferirò sempre una verità spiacevole alla bugia.

Questo cerco di insegnarle. Questo le mostro con la mia vita. Che posso fare errori continuamente, ma provo a migliorarmi, provo a imparare dai miei sbagli, cado e mi rialzo in piedi nonostante le ferite, nonostante le persone che mi mentono.

Ultimamente ho preso un’altra mazzata a questo riguardo. Probabilmente emerge dalla passione con cui ho scritto questo articolo. Non so se potrò fidarmi nuovamente della persona che ha tradito la mia fiducia. Credimi, lo vorrei, tanto. Ma questo non dipende solo da me. Dipende dalla disponibilità di quella persona a dirmi la verità. Io posso solo incrociare le dita per la nostra relazione e soprattutto per la felicità di quella persona.

Perché quando menti, fai del male prima di tutto a te stessa/o. Questo ricordatelo sempre.

E ora lo chiedo a te: tu da che parte stai? Dalla parte della verità o delle bugie a fin di bene?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.