Film sui viaggi articolo unadonnaalcontrario

Film sui viaggi: 20 pellicole per viaggiare da casa

Mi piace pensare ai film sui viaggi come allo storytelling per eccellenza del viaggio.

Il cinema per me è stato lavoro per anni, i viaggi sono parte del mio lavoro oggi. Due passioni intense che uniscono, immagino, anche te che mi leggi.

I film di viaggio, se realizzati da chi sa usare la macchina da presa, da chi sa scrivere i personaggi e le storie, da chi li interpreta sentendo il mondo nel midollo, possono farti percepire persino gli odori di un luogo, oltre ai suoni e alla sua bellezza.

Ed è questa la grandezza del cinema: portarti in un mondo che non conosci e fartelo vivere come se fossi lì.

Allora che ne dici di preparare i popcorn, metterti comoda/o sul divano e viaggiare insieme a me?

Si parte!

In regalo ebook I 5 pilastri del cambiamento

20 film sui viaggi da non perdere

Quando il giro del mondo era ancora un sogno da realizzare nella mia testa, sono stati tre i film che mi hanno portato a prendere la decisione definitiva: tre film di viaggi in solitaria che sono, a mio parere, dei film sul viaggio interiore prima che fisico.

Film sui viaggi nel mondo

1 – Wild

È del 2014 il bel film di Jean-Marc Vallée (lo stesso di Dallas Buyers Club). Wild racconta la storia di Cheryl (interpretata da Reese Witherspoon) che, dopo un paio di brutte batoste della vita (la morte della madre e un divorzio fresco, fresco, il tutto condito da una dipendenza da eroina), decide di mettere sulle spalle il suo zaino e di iniziare un percorso a piedi di oltre 1600 km, il Pacific Crest Trail. Un percorso che dura più di due mesi e che sarà per lei il simbolo di un nuovo inizio.

Locandina Wild film viaggi in solitaria
Wild è tra i migliori film di viaggio in solitaria

2 – Tracks, attraverso il deserto

Non avevo sicuramente bisogno di questo film di John Curran per inserire l’Australia tra le tappe del mio giro del mondo ma, senza dubbio, Tracks mi ha fatto venire l’acquolina in bocca. Nel lontano 1977 una donna, Robyn Davidson, decide di fare uno di quei viaggi che nessuno consiglierebbe mai: attraversare il bush australiano in compagnia solamente di quattro dromedari e un cane. In questa avventura solitaria, che diventa ancora una volta un viaggio dentro se stessa, Robyn, interpretata da Mia Wasikowska, riceverà le visite saltuarie del fotografo Rick Smolan, che documenterà questo suo viaggio per National Geographic.

Il terzo dei film che mi hanno portato ad acquistare il biglietto aereo per il giro del mondo è Into The Wild che non è in questa lista perché ho voluto dedicargli un articolo a sé.

Film sui viaggi on the road

3 – I diari della motocicletta

Eh sì, del Che io non ne ho mai abbastanza. Se hai letto Safari, il mio libro, ne sai qualcosa.

I diari della motocicletta di Walter Salles racconta il viaggio in moto che un giovanissimo Ernesto Che Guevara e l’amico Alberto Granado intraprendono lungo il vasto continente sudamericano, dal Perù all’Amazzonia. Vincitore di un premio Oscar e super applaudito a Cannes, questo film più che un film politico, è un film di crescita interiore.

Uno dei film sul viaggio più belli che abbia mai visto.

4 – Sideways, in viaggio con Jack

Vincitore di un premio Oscar e due Golden Globe, Sideways è uno dei miei film di viaggio del cuore. Innanzitutto perché c’è un fantastico Paul Giamatti. Secondo perché racconta un viaggio on the road lungo i paesaggi di una California inusuale, quella delle strade vinicole. Terzo: è ironico, sensibile, evocativo.

Devo aggiungere altro per farti cliccare su play?

5 – Thelma & Louise

Qui entriamo nei film cult. Perché non c’è on the road che si rispetti senza la visione di Thelma & Louise. Oscar e Golden Globe per la migliore sceneggiatura originale, due attrici meravigliose, Susan Sarandon e Geena Davis, gli ampi spazi dei deserti americani: gli ingredienti ci sono tutti. Thelma & Louise non è solo un film di viaggio, è una pellicola brillante, divertente, arguta.

La libertà che le due giovani donne si prenderanno a gran forza è una libertà che tutte/i dovremmo avere e pretendere, prima che dalle altre persone da noi stesse/i.

film di viaggi on the road locandina thelma & Louise
Thelma & Louise: film viaggio tra amiche

6 – Una storia vera

Quanto ho amato questo film di David Lynch. Va bè, non c’è niente che non ami di Lynch, però devo dire che questo è senz’altro una delle sue creazioni migliori.

È la storia di un uomo di 73 anni, Alvin Straight, che in groppa al suo verde destriero, un piccolo trattore tosaerba, vuole a tutti i costi andare a trovare il fratello che ha appena avuto un infarto e con cui non ha rapporti da anni. La grande ricchezza di questo film sono gli incontri, le persone che incroceranno la strada di Alvin lungo i 400 km che lo dividono dal fratello.

7 – Puerto Escondido

Chi mi conosce sa che considero Gabriele Salvatores lo Steven Spielberg italiano per la sua capacità di affrontare temi e generi completamente diversi l’uno dall’altro. Puerto Escondido non è il suo unico film di viaggio ma è quello che preferisco. Ad accompagnarlo in questa avventura messicana c’è il fedele amico e attore feticcio, Diego Abatantuono, Mario nel film, che fugge da un tentativo di omicidio. Non ti racconto altro della storia perché, secondo me, ti rovinerei la sorpresa, uno stravolgimento di relazioni e situazioni che a me ha conquistato.

8 – Il treno per Darjeeling

Attenzione, altro regista di quelli miei formativi, soprattutto se si tratta di arti visive. Sto parlando di Wes Anderson.

Buffo, sarcastico, colorato come solo le pellicole di Anderson possono essere, Il treno per Darjeeling è il viaggio di tre fratelli alla ricerca della madre perduta. In treno dal Rajasthan all’Himalaya, passando per i profumi e i colori dell’India.

Che dire? Un’altra famiglia del regista prodigio con problematiche simili ma in luoghi molto diversi da quelli a cui ci ha abituato.

Diciamo che senza dubbio, guardando questo film, farai un viaggio eccentrico!

9 – Basilicata Coast to Coast

Torno a casa nostra per raccontarti un film sui viaggi tutto italiano, anzi lucano. Devo dire che la Basilicata offre scenari che non hanno davvero nulla da invidiare ai grandi deserti del mondo.

Più che un film on the road, Basilicata Coast to Coast è un film a piedi.

C’è una combriccola niente male: un insegnante di matematica, un laureando in medicina, un falegname pescatore, un presentatore tv in decadenza che, uniti dall’amore per la musica, intraprendono un viaggio da una costa all’altra della Basilicata per partecipare al festival nazionale del teatro-canzone di Scanzano Jonico. Questo viaggio sarà lo spunto per grandi riflessioni che porteranno i quattro amici a cambiare atteggiamento verso la propria quotidianità, il tutto condito da una buona dose di comicità che non guasta mai.

Film di viaggio interiore

10 – Mangia Prega Ama

Della grandissima autrice di Big Magic, Elizabeth Gilbert, Mangia Prega Ama è stato il suo più famoso best seller.

Sul grande schermo porta il volto di Julia Roberts che, all’apice di una crisi personale, lascia la sua vita newyorkese apparentemente perfetta alla ricerca di qualcosa di cui non conosce ancora la forma. Il suo sarà un viaggio attraverso sapori, profumi, spiritualità di Italia, India e Bali.

Film sui viaggi locandina mangia prega ama
Mangia Prega Ama: film sul viaggio del mondo

11 – Non è mai troppo tardi – The Bucket List

Qui siamo davanti a due colossi del cinema americano, Jack Nicholson e Morgan Freeman. Edward Cole e Carter Chambers si incontrano nella clinica dove sono ricoverati. Entrambi affetti da una malattia terminale, pur estremamente diversi tra loro, decidono di scrivere una bucket list e di realizzarla nel poco tempo rimasto.

Un film in cui ci si commuove e si sorride allo stesso tempo.

12 – A walk in the woods

Anche in questo caso siamo di fronte a due grandi nomi: Robert Redford e Nick Nolte. Anche in questo caso si tratta di un viaggio di maturità. Lo spirito però è un po’ diverso.

I due protagonisti di A walk in the woods di Ken Kwapis sono due vecchi amici, complici di un’antica avventura, ma che si sono persi di vista per decenni. Insieme intraprendono un viaggio lungo il sentiero Appalachian, 3000 km lungo la costa orientale degli Stati Uniti.

Ti dico soltanto che ne vedranno delle belle.

13 – Sette anni in Tibet

È il 1939. L’Inghilterra è appena entrata in guerra. Lo scalatore austriaco vicino al nazismo, Heinrich Herrer, dopo una brutta litigata con la moglie incinta, parte per una scalata in Pakistan dalla quale dovrà ritirarsi per le impervie condizioni atmosferiche. Catturato dai soldati britannici, dopo tre anni di tentativi di fuga, riesce ad evadere cercando di raggiungere il confine con il Tibet. Qui soprattutto grazie all’incontro con il giovane Tenzin Gyatso trasformerà profondamente la sua vita.

Quel giovane dal nome che forse ti sembrerà sconosciuto è l’odierno Dalai Lama e grazie all’amicizia che coltivano ancora oggi, Heinrich Herrer riuscì a ricostruire il rapporto inesistente con suo figlio.

14 – La mia Africa

Altra pellicola cult: l’attrice per eccellenza, Meryl Streep, un grande maestro della regia, Sydney Pollack, i paesaggi che strappano il cuore del Kenya. Diciamo che solo per queste tre cosucce La mia Africa è uno dei migliori film americani sul viaggio. Inutile dirti la sfilza di premi che ha ricevuto. In fondo non è questo che ci interessa qui. Mi piace pensare che la storia autobiografica di Karen Blixen sia, più dei premi, qualcosa che riguarda profondamente l’Africa e il suo modo di essere donna.

Due outsider tra i film sui viaggi

15 – I sogni segreti di Walter Mitty

Siamo abituate/i a vedere Ben Stiller in commedie da botteghino ma già dai tempi dello splendido servizio su Vogue, avevo intuito che la pasta era quella di un cineasta con la C maiuscola.

I sogni segreti di Walter Mitty, di cui Ben Stiller è anche regista, è un film sul viaggio dell’immaginazione. Racconta la storia di un archivista di negativi del LIFE, storica rivista di fotografia americana, che sta per chiudere l’edizione cartacea. Alla ricerca di un negativo perduto Mitty volerà sopra i cieli del mondo in un viaggio che è una riflessione sui rapporti umani e sulla autenticità che “forse” l’uso folle della tecnologia ci ha fatto perdere.

16 – Il Sale della terra

Wim Wenders e Sebastião Salgado: come si fa a resistere al richiamo di questi due nomi?

Il Sale della terra è l’occhio di Wim Wenders sulla fotografia di Salgado.

Mi ricordo ancora quando ho visto dal vivo in una mostra a Milano le foto originali di Sebastião Salgado. Mi sembrava che gli occhi dei bambini uscissero letteralmente dalla foto. Ho ancora la pelle d’oca quando ci penso.

C’è tanto di Salgado in questo docu-film: il suo lavoro, la sua passione politica, il suo affetto per la terra. C’è anche la sua delusione, la tristezza, l’amarezza di un mondo che è stato capace di documentare come nessun altro. Ma c’è anche l’ottimismo, la rinascita, la fiducia che noi esseri umani possiamo cambiare le cose.

Film sui viaggi nel tempo

Gli ultimi quattro film di questa lista sono film sul viaggio nel tempo, perché esistono tanti tipi di viaggio e quello nel tempo è senz’altro uno di quei sogni che tutti noi vorremmo realizzare prima o poi.

17 – Questione di tempo

È stata mia figlia a insistere perché vedessimo insieme questo film e, ancora una volta, lei si è rivelata il mio faro. Questione di tempo è per me il film sui viaggi nel tempo più bello: delicato, divertente e, al contempo, drammatico.

C’è una cosa che accomuna gli uomini Lake: andare indietro nel tempo. Quando il giovane Bill ne viene messo a conoscenza dal padre, all’inizio non gli crede ma gli basta testare con mano il suo potere per prenderci velocemente gusto. Bill però si accorge che questi suoi salti qui e là nel passato, modificando qualche piccolo dettaglio, provocano cambiamenti irrimediabili nel futuro.

Il film ha tutti gli ingredienti della classica commedia britannica. Se ti piace il genere, vedrai che ne sarai entusiasta.

locandina questione di tempo
Questione di tempo tra i migliori film sul viaggio nel tempo

18 – Ritorno al futuro

In questo caso non c’è bisogno di presentazioni. Immagino che chiunque sulla terra conosca la trilogia di Robert Zemeckis con il giovanissimo Michael J. Fox ai suoi esordi.

L’adolescente Marty McFly, grazie all’amico Doc e alla DeLorean DMC-12, la loro macchina del tempo, torna indietro di trent’anni per salvare il suo futuro. Anche questo è annoverabile tra i film di viaggio super cult.

19 – Interstellar

Più che un film sul viaggio, Interstellar è un film sui viaggi intergalattici. Sicuramente il film di Christopher Nolan è un film audace, che racconta i suoi protagonisti tra sbalzi temporali, oltre che emotivi in un futuro mai raccontato prima. Del resto, chi dovrebbe raccontarci qualcosa di mai visto se non la fiction?

Siamo in pieno territorio fantascientifico ma con quel giusto condimento di umanità tipico dei film americani: la figura del padre-eroe che ha come obiettivo la salvezza della sua stirpe.

20 – Non ci resta che piangere

Ho lasciato per ultimo Non ci resta che piangere, non certo perché sia il meno importante, anzi. Qui c’è genialità, quello di due dei nostri più grandi artisti: Massimo Troisi e Roberto Benigni, entrambi registi e protagonisti di questo strepitoso film del 1984.

L’incontro con Leonardo da Vinci che, grazie ai consigli di un maestro toscano e un bidello napoletano, realizza la scoperta del treno vale tutto il film.

La mia lista dei film sui viaggi finisce qui. Ma se ti va di aggiungerne altri, scrivi i tuoi titoli in un commento qui sotto. Sono curiosa di conoscere i tuoi preferiti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.