immagine evidenza articolo borgo di ostia antica

Il Borgo di Ostia Antica e il suo bel castello

Quando si pensa a Ostia, il primo pensiero va alla spiaggia, allo spaghettino alle vongole in flip flop, forse anche a Suburra se sei amante delle serie tv noir.

Ma Ostia è molto di più di tutto questo e ha una sua storia davvero strategica.

In pochi sanno che, vicino alla più famosa area archeologica, c’è un borghetto delizioso, ben tenuto, perfetto per addentrarsi nella storia di Ostia e conoscere la sua gente. Sto parlando del Borgo di Ostia Antica.

Borgo di Ostia Antica

Il Borgo di Ostia Antica: un po’ di storia

Ti racconto per primo proprio il borghetto.

Le sue origini sono medievali ma, ti accorgerai, appena varcata la porta d’ingresso, che la struttura che i tuoi occhi accoglieranno è di chiare fattezze rinascimentali.

Inizialmente il Borgo di Ostia Antica era una necropoli cristiana, poi divenuta cittadella fortificata grazie a papa Gregorio IV (da lui prese il nome di Gregoriopoli) per proteggere la popolazione dagli attacchi dei saraceni.

Fu merito di un altro papa, Martino V, la costruzione della torre cinta dal fossato con il duplice scopo di controllare il traffico proveniente dalle vicine saline e il corso del Tevere.

Al cardinale Guglielmo d’Estoutville si deve la cinta muraria e l’edificazione delle case che ancora oggi sono abitate.

Il borgo è davvero un piccolo gioiello, tenuto perfettamente proprio dai suoi residenti. Per godertelo in pieno ti consiglio di proseguire in lentezza tra le viette che si snodano intorno alla piazza principale, Piazza della Rocca. Sorseggia l’acqua della sua fontana. Accarezza i suoi abitanti felini. Mangia qualcosa in una delle sue trattorie. Goditi un luogo che tempo non ha. In fondo che fretta c’è!

Fontana Borgo di Ostia Antica

La Chiesa di Sant’Aurea

Impossibile non notare la Chiesa di Sant’Aurea. Te la trovi proprio lì davanti alla porta d’ingresso, oltre la piazza. Un tempo era una basilica cimiteriale. Qui infatti è sepolta la martire cristiana, Aurea, una giovane donne della nobiltà che, ahimè, subì il dispotismo dell’imperatore Claudio il Gotico. Il suo destino, come puoi immaginarti, non fu felice. Morì in mare annegata e da allora è considerata la santa protettrice dei marinai di Ostia.

Chiesa di S.Aurea

Il Castello di Giulio II

La Chiesa di Sant’Aurea a sinistra. Il Castello di Giulio II alla tua destra.

Diciamo che sono due cugini acquisiti!

Voluto dal cardinale Giuliano della Rovere (successivamente papa Giulio II), il Castello rinascimentale venne eretto nel 1483. Le sue caratteristiche principali sono le casematte intorno al perimetro, le tre torri, il fossato e il rivellino. Dopo l’assedio del duca d’Alba nel 1556 e l’inondazione del Tevere nel 1557, il castello venne abbandonato e nel 1800 divenne, in seguito a successivi lavori di bonifica e restauro, prigione per i condannati ai lavori forzati che prestavano servizio agli scavi archeologici di Ostia Antica.

Visitare il Castello di Giulio II

A causa delle restrizioni dovute dal Covid, in questo momento non è possibile visitare il Castello, ma ti consiglio di tenere d’occhio le ultime notizie per andare appena sarà possibile. L’ingresso al Castello di Giulio II infatti è gratuito e la vista dall’alto è davvero uno spettacolo da non perdere. Poi non dire che non te l’ho detto!

Gatto Ostia Antica

Come si arriva al Borgo di Ostia Antica

Il Borgo di Ostia Antica si trova in via dei Romagnoli proprio di fronte all’ingresso del parco archeologico di Ostia Antica.

Oltre che in auto, puoi arrivare da Roma utilizzando il treno Roma-Lido che parte dalle stazioni della Metro B Piramide, San Paolo ed Eur Magliana scendendo alla fermata Ostia Antica e poi seguendo le indicazioni per il Borgo.

Ovviamente visto che sei lì, non puoi mica perderti la visita al Parco Archeologico di Ostia Antica? Io ci sono stata e ti assicuro che la maestosità di quello che vedrai ti resterà impressa per sempre.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.