Browsed by
Tag: maternità

Quattro anni di te…

Quattro anni di te…

Dicono che siano le madri ad insegnare ai figli a crescere. Ma di questo non sono così convinta. Facile? No, come del resto non lo è per la madre che, dopo la fatica del parto, deve affrontare notti insonni e tempeste ormonali. Io ho affrontato il tuo rifiuto che, per qualche giorno, sfiorava le corde del mio fidato pensiero “Non sei nata per fare la mamma”. Ero stanca ed emotivamente delicata per capire che era il tuo modo di mettermi…

Read More Read More

Cosa succede se ti ammali tu?

Cosa succede se ti ammali tu?

Qualche giorno fa, la gnoma si era ammalata ed io ero in piena crisi emotivo-organizzativa per la presentazione di SAFARI. Dovevo arrivarci sana e salva, senza alcuna traccia di raffreddore o mal di gola. Pensate all’autore che, con pathos e struggimento (ok, sto esagerando ma i poeti maledetti hanno sempre esercitato un certo fascino su di me), spiega la sua creatura tirando su col naso o strozzandosi per l’afonia. Oh, my god, che tristezza! Vai di training autogeno “Celapossofare, celapossofare,…

Read More Read More

Robe da maschio e/o da femmina

Robe da maschio e/o da femmina

Ordinario ménage familiare del weekend. Gnoma: «Papà, non trovo la parola “inversa” sul vocabolario». Lui: «Certo. Devi cercare il maschile singolare». Questa affermazione APPARENTEMENTE INNOCENTE (soprattutto quel “certo” categorico) nasconde una verità con la quale conviviamo tutte e tutti da secoli, senza neanche rifletterci sopra. E allora, prendiamoci questo momento e riflettiamo. Maschile. Singolare. L’uomo. Uno. Maschio. Si potrebbe partire da quell’Eva nata dalla costola di Adamo che lo induce al peccato (qui cinicamente mi verrebbe da dire MENOMALE, sennò…

Read More Read More

Una lezione aldilà di ogni sospetto

Una lezione aldilà di ogni sospetto

Nel giorno in cui attendo Marty dal suo ritorno nel futuro (e lo attendo davvero, guardandomi intorno come se mi aspettassi di vederlo per strada da un momento all’altro), io che da fiera donnaalcontrario in quel lontano ’85 tutto mi sarei immaginata fuorché di diventare mamma, a 39 anni suonati imparo una lezione tutta nuova. Per cinque settimane ho avuto pochi attimi al giorno, bronci sfuggenti tra bagno e cucina,  saluti fugaci sull’uscio di casa, baci rubati mentre dormiva già da ore. I RICCI INFORMI perché LUI…

Read More Read More

Lettera a una neomamma al contrario

Lettera a una neomamma al contrario

Ehi, dico a te. Sì, sì, proprio a te A te che sfornelli la cena della tua pupetta e il ricordo degli aperitivi con le amiche è ancora fresco. A te che il weekend ti rifiutavi di scendere dal letto prima di mezzogiorno e adesso alle 7 sbuca una manina dalla porta di camera vostra. A te che non sapevi neanche cosa fosse una crema anti-age e, da quando è arrivata lei, SÌ, PROPRIO DA QUEL GIORNO, magicamente è apparsa…

Read More Read More

error: Content is protected !!