Browsed by
Tag: viaggi

Alla scoperta dei templi di ANGKOR e SIEM REAP

Alla scoperta dei templi di ANGKOR e SIEM REAP

Angkor: seduta in cima all’East Mebong. Un leggero venticello mi fa compagnia mentre attendo la golden hour. Dicono che da qui si possa ammirare uno dei tramonti più belli di Angkor. Davanti a me una distesa di alberi. La foresta cambogiana è immensa e forse per questo così affascinante. Al mio fianco alcuni monaci sorridono, chiacchierando tra loro. Io scrivo, lo faccio sempre… in viaggio così come a casa. Sono a Siem Reap da tre giorni. Difficile spiegare cosa provo….

Read More Read More

Cosa vedere a Chiang Mai e dintorni

Cosa vedere a Chiang Mai e dintorni

Se Bangkok lo era dell’Indocina, Chiang Mai è senz’altro la porta di ingresso verso la Thailandia del Nord. Le influenze birmane (Chiang Mai si trova al confine con il Myanmar), la terra fertile, Lanna (come un tempo veniva chiamata), le tribù di montagna, rendono questa parte di Thailandia più autentica, per lo meno per la mia idea di viaggio. Alcune/i vi diranno che negli anni è diventata molto turistica ed in parte è vero ma, se saprete fare di Chiang…

Read More Read More

Cosa vedere a Bangkok in due giorni

Cosa vedere a Bangkok in due giorni

Bangkok… strane sensazioni. Crocevia tra occidente e oriente, porta d’ingresso per l’Indocina, è stata per me luogo di sentimenti contrastanti. La cultura millenaria buddista che si fonde con l’onnipresente WIFI. Bangkok incarna perfettamente il significato della parola melting pot. E questo lo dichiara subito, non appena metti piede nel suo aeroporto super tecnologico… non appena entri in un taxi e, da strade che Roma se le sogna, scorgi grattacieli e non stupa. Ma poi quel tassista fa una fermata dubbia,…

Read More Read More

L’incantevole lentezza della Valle d’Itria

L’incantevole lentezza della Valle d’Itria

I piedi ancorati alla Villa Comunale, lo sguardo rivolto alla Valle d’Itria. Il verde acceso degli ulivi, quello più lieve dei vigneti. L’azzurro intenso del cielo. Il bianco onnipresente dei trulli. La Valle d’Itria è una commistione continua tra oriente e occidente e non solo nell’immaginifico. Il suo nome deriva da una madonna, Odigritria, diffusa nell’iconografia sacra bizantina. L’energia di questa valle è palpabile, un’energia che la sua pietra emana da Castel del Monte ai trulli. Evidente come i suoi…

Read More Read More

error: Content is protected !!