COOK ISLANDS, una gioia prorompente… ITINERARI, TOUR E CURIOSITÀ

COOK ISLANDS, una gioia prorompente… ITINERARI, TOUR E CURIOSITÀ

Vedete questa foto qui sotto?

alt= Cook Islands 1

Le due belle donne sorridenti sono Lydia e Nane dell’ufficio del turismo di Rarotonga, l’isola principale delle Cook Islands.

Una mattina ho incontrato Lydia all’aeroporto e le ho chiesto come d’ “abitudine”:

– “How are you, today?” (“Come stai, oggi?”) –

Lei non mi ha risposto “Bene” o “Tutto ok”, come faremmo noi “d’abitudine”.

La sua risposta è stata:

– “FABULOUS” –, seguita da una scrosciante risata.

Ed era davvero FAVOLOSA, con la sua corona di gardenie in testa e il suo abito colorato addosso.

Ora, io ho questa foto sulla cappa della mia cucina, insieme alle altre calamite dei miei viaggi, e mi basta guardarla un secondo per farmi tornare subito il sorriso.

alt= Cook Islands 6
La laguna di Aitutaki

Ho pensato e ripensato all’emozione principale che queste isole mi hanno trasmesso. Se a Bali era la pace, in Australia il senso di protezione, qui è stato senz’altro la gioia, una gioia prorompente.

Sì, perché quando i Maori delle Cook Islands RIDONO, RIDONO CON TUTTA LA GIOIA CHE HANNO IN CORPO. SE CANTANO, TIRANO FUORI TUTTA LA LORO VOCE. Sono persone che non si risparmiano, che usano in pieno la loro vitalità… E NON È POSSIBILE NON ESSERNE TRAVOLTE/I.

Dopo un po’ ti fai coinvolgere. L’ho visto anche sulle persone che lì si sono trasferite.

Come Jacopo, un ragazzo di Milano, che dopo un periodo in Nuova Zelanda, si è trasferito alle Cook. A Rarotonga ha trovato la sua anima gemella, che mia figlia ha adorato perché: “Mamma, sembra Moana (Vaiana) da grande”.

Jacopo ti accoglie all’aeroporto e rimane un punto di riferimento per tutto il periodo in cui rimani alle Cook. Cammina rigorosamente scalzo e ti racconta con un sorriso stampato che qui la gente si aiuta a vicenda, che comandano le mamas e che la criminalità è pari a ZERO (se non mi credete, guardate nel mio precedente post l’immagine della prigione). Con Jacopo abbiamo fatto il tour di Rarotonga, tra spiagge e piantagioni interne, tra giardini tropicali e rocce sacre. Con lui ho bevuto un ottimo caffè italiano, il primo e unico dalla mia partenza dall’Italia, e soprattutto è stato il primo a mostrarci le grandi virtù dell’albero di Cocco, qui chiamato ALBERO DELLA VITA.

Lui, ma molti altri, vi mostreranno come aprire il cocco sia semplice e veloce. E tutte le possibilità che questo albero incredibile ha in sé, dall’olio, alla corteccia, al latte, all’acqua, alle corde.

Un altro tour che vi consiglio assolutamente di fare è quello con Dave di STORYTELLERS, un tour in mountain bike attraverso l’interno di Rarotonga, accompagnati da Dave, sua moglie e la loro bimba biondissima ma decisamente locale. Era sempre arrampicata sugli alberi 🙂

Il tour si conclude con un picnic sulla spiaggia. Vi mostro qui sotto le prove 😉

Alt= Cook Islands 7
Picnic al termine del Tour di Stoytellers

Ma quello che mi ha emozionato di più è il tour sulla laguna sopra le tavole.

C’è stato un momento incredibile… il sole stava tramontando e le tavole si sono accese, ognuna aveva sulla parte inferiore delle luci di colore diverso. Di fronte a me un isolotto, il reef, tanto vento e quelle dieci tavole (con su, i miei compagni di avventura).

Peccato non aver potuto fare delle foto in quel momento, perché il vento tirava troppo ed io non sono di certo un’esperta di voga, ma ragazze/i, quell’immagine, i colori di quel tramonto (il viola che si tingeva di arancio), non me li toglierò mai più dagli occhi e dal cuore.

Ah, piccola curiosità. La guida di questa escursione è Kura, la ragazza di Jacopo 😉

alt= Cook Islands 2
Le tavole poco prima di iniziare il tour

E Aitutaki? No, non mi dimentico della laguna dalle mille sfumature di blu.

Qui vi consiglio di fare il tour della laguna con una tipica VAKA, l’imbarcazione maori per eccellenza (la vedete in alto nell’immagine di copertina). Mangerete del buon pesce a bordo, farete snorkelling con pescioni giganti e assolutamente innocui, visiterete tre isolotti tra cui One Foot Island dove potrete mettere il vostro timbro sul passaporto.

alt= Cook Islands 3
Il timbro di One Foot Island sul mio passaporto 🙂

Altra domanda che mi avete fatto è:

COME ARRIVARE?

Come sapete noi abbiamo acquistato il Biglietto per il GIRO DEL MONDO, e siamo arrivate a Rarotonga con un diretto da Sydney di AIR NEW ZEALAND. Ma mi sono informata per voi e il modo più veloce è prendere un volo per Londra e poi un diretto per Rarotonga con AIR NEW ZEALAND. Oppure un po’ più economico passare per Los Angeles e poi di nuovo AIR NEW ZEALAND.

Posso dire una cosa che forse non c’entra nulla? AIR NEW ZEALAND è la compagnia aerea migliore in assoluto con cui abbia mai viaggiato. Sono fantastici, servizio clienti da 10 e lode, gentilissimi, efficienti e sempre pronti ad aiutarti.

DOVE SOGGIORNARE?

Naturalmente come tutte le isole polinesiane, anche alle Cook potete trovare molte strutture alberghiere di varie fasce economiche. Siccome qualcuna/o di voi mi ha scritto se è possibile trovare una sistemazione non troppo costosa, vi rispondo che noi abbiamo affittato un cottage sulla spiaggia, con una stanza da letto, un bagno e la cucina (comoda per me che viaggiavo con mia figlia) e soprattutto un patio sulla laguna di Muri che è stato il mio principale luogo di meditazione. Diciamo che io amo questo tipo di lusso.

alt= Cook Islands 4
La vista dal mio Cottage

SICUREZZA

C’è chi mi ha chiesto se le Cook Islands sono sicure, se una donna da sola può viaggiare alle Cook.

Ho già risposto a questa domanda nel mio precedente articolo sulle Cook Islands. Qui la criminalità è praticamente nulla. Restano ovviamente le normali raccomandazioni di sicurezza personale e di buon senso. Noi (che siamo due donnine) comunque ci siamo mosse sempre in tranquillità, sempre accolte da sorrisi e tanta, tanta buona educazione.

 

Qui di seguito vi lascio i link dei tour di cui vi ho parlato:

Per le info su TURAMA , il tour con Jacopo CLICCATE QUI

Per le info su STORYTELLERS, il tour con Dave CLICCATE QUI

Per le info sul PADDLE Tour, CLICCATE QUI

Per il tour sulla VAKA, CLICCATE QUI

Se invece volete leggere il mio primo articolo sulle Cook Islands, CLICCATE QUI

 

Avrei da scrivere così tanto altro su queste isole meravigliose ma per il momento mi fermo qui. Se avete altre domande, curiosità o qualunque altra richiesta, please, scrivetemi in un commento qui sotto e cercherò di rispondere come meglio posso.

ENJOY!

20 thoughts on “COOK ISLANDS, una gioia prorompente… ITINERARI, TOUR E CURIOSITÀ

  1. Mi hai fatto innamorare di questo luogo. Francamente non lo conoscevo ma dal tuo articolo ho trovato molti spunti interessanti, abitudini ed usanze che si abbinerebbero perfettamente al tipo di persona che sono.

Rispondi