Chi Sono

Tifo per te dal profondo del mio DNA perché consapevole che ognuna/o di noi ha in sé un potenziale infinito, un gioiello prezioso, a volte nascosto ai nostri stessi occhi.

Farò di tutto per aiutarti a tirar fuori questo tuo, e solo tuo, gioiello prezioso e a rendere la tua vita un’irripetibile opera d’arte.

Sono profondamente convinta che non abbiamo tempo da perdere in menate e che, unite/i, possiamo realizzare delle vite felici che contribuiscono a creare un mondo felice.

chi sono unadonnaalcontrario

Sia chiaro, non si tratta di belle parole o di ideali senza sostanza. Qui si fa sul serio.

Qui ci si dà pacche sulle spalle finché non ti viene un livido tale che sei costretta/o a darti una mossa per realizzare i tuoi obiettivi. Si ride, anche a crepapelle, si piange (qualche volta la lamentela è tollerata), ma la leggerezza la fa da padrona. Qui non si dà della matta a nessuno, anzi si sostengono i sogni impossibili... per gli altri.

Qui si tifa le une per gli altri, sono validi i sogni di tutte/i, si crede che solo insieme ce la si faccia, a noi gli eremiti non piacciono (disse una che ama la solitudine).

Chi sono quindi?

E quindi: chi sono?

All’anagrafe Noemi.

Cinica, testarda, campionessa di gaffes, taciturna, curiosa all’estrema potenza, il tutto condito da una fragilità che sfocia senza preavviso (e non solo in pre-ciclo), responsabile di abbassare tutte le difese immunitarie e psicologiche a livello di spiaccicamento di formichina da stivale da cowboy.

Cresciuta nella capitale della Magna Grecia che quando ho sentito l’amichetta di mia figlia dire: “Chi è Zeus?”, mi si sono rizzati tutti i peli dall’ultima ceretta. Cosaaaaaaaaa? CHI È ZEUS? Ma insomma la cultura parte prima, le basi, le fondamenta… 0, elettroencefalogramma piatto, nessuna informazione, nemmeno una puntata di Pollon, ma dai!

Dopo un’infanzia complicata e un’adolescenza travagliata (niente di strano, molti di voi all’ascolto probabilmente si ritroveranno), passate tra disegni e scritture di favole e poesie, a 18 anni prende il treno dell’indipendenza per la città meneghina, dove si laurea e inizia la sua carriera di stylist nella moda e nella pubblicità.

Dieci anni dopo decide di approdare nella capitale per tentare la carta del grande amore: il cinema. E scopre che il vero motivo per cui doveva arrivare a Roma era la sua luce.

Qui riscopre la sua passione dapprima solo onirica per gli esseri equini e ritrova in loro maestri che neanche il miglior santone al mondo. Diventa mamma tutta a modo suo perché convinta che sua figlia si trovi da qualche parte in Africa (e aveva ragione). Scrive il suo primo romanzo, Safari, autopubblicato e sostenuto da chi l’ha conosciuta in questa sede.

In regalo ebook I 5 pilastri del cambiamento

Il blog

Estremamente convinta che si possa vivere delle proprie passioni, in barba alla crisi economica e ai gufacci che le girano intorno, nel 2015 fonda Unadonnaalcontrario con lo scopo principale di riunire tutte/i coloro che nella vita si sono sentite/i alcontrario e sostenere i loro sogni.

Questo luogo non ha da esistere senza le sue lettrici e i suoi lettori. Il mio unico dictat è essere coerente per loro, creare, mantenere e alimentare la fiducia che c’è tra noi.

Se vuoi scoprire qualcosa di più su chi sono io, qui di seguito ci sono i post che mi raccontano meglio.

Grazie per essere parte di questa avventura!

Eccomi qua!

Multipotenzialità e dintorni

Fashion blogger, io? Anche no!

Vita da influencer. Facciamo chiarezza

Breaking Bad: le serie tv prima e dopo Mr White

C’è chi il Cake Design e chi lo Spignatto

Costumista, buddista e ti piace anche la MotoGp

Fisica quantistica e dintorni

Lalla Bike & me per un mondo sostenibile

La chiamavano newyorkite

Siciliani atipici: chi saranno mai?

Ma che sei matta? No, il tatuaggio no!

Onde gravitazionali: la scoperta del secolo

Canzone delle donne al contrario

Buon compleanno al contrario a noi!

Il web umano

Unadonnaalcontrario chiama gentealcontrario

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.