Una romantica a…Milano

Una romantica a…Milano

Titolo rubato ad una canzone dei Baustelle per raccontare il mio luogoalcontrario.
Un lento disamore dovuto agli anni di lontananza dalla mia prima città adottiva.
La nascita spietata di grattacieli nella metropoli che è il simbolo del design e di una certa architettura forse poco amata ma pur sempre antica.
Il loro intersecarsi sfrontato tra i palazzi storici.
Il ricordo delle passeggiate da studentessa per le strade di Brera…
…poco più in là, quella cartoleria in Corso Garibaldi dove acquistavo la tanto amata carta di riso…e sempre lì, la chiesetta dove andavo a rilassare i pensieri.
Foto di Noemi Bengala

Quel grigino costante che, finché ci vivi, quasi lo indossi, ti appartiene…

…ma che quando ti allontani e, suo malgrado, approdi nella capitale, viene pienamente colmato da una luce brillante, gioiosa, accecante.
E rieccomi qui, immersa in quel grigino, nel weekend dell’evento milanese che è sempre stato il mio preferito: il salone del mobile.
Persino quando doveva essere la moda a interessarmi di più, mi piaceva perdermi tra gli happenings sofisticati del fuorisalone.
Il ricordo di uno stage capitato per caso – ma quando mai ho creduto al caso? – in un famoso studio di design. A capo una donna – un caso anche questo? – una vera mecenate, col talento di pochi, che aveva l’ardire di invitarmi ad aperitivi tra una giovane soprano ombrosa e uno scultore emergente – ma mi ha visto bene? -.
Milano alla vigilia dell’expo
Milano che, ogni volta che la guardo, cade sempre in piedi
Milano che la tua migliore amica ti porta in quel locale supertrendy all’Isola
Milano che mostra di nuovo quel fermento, quell’essere italiani che tutto il mondo cerca invano di imitare
Milano che mi ricorda che non siamo poi proprio come ci dipingono, nolenti e pesanti.
Al contrario, siamo meravigliosamente italiani, tutti dalla Sicilia alle Alpi, talentuosi e creativi, pronti a risorgere sempre e comunque.

 

 

 

 

 

E tu ce l’hai un luogoalcontrario nel cuore? Una città, uno scorcio che a nessuno piace ma di cui tu riesci a trovare le bellezze nascoste? Se ti fa piacere, scrivilo in un commento qui sotto. Grazie!

Se l’articolo ti è piaciuto, aiutami a condividerlo sul tuo social preferito. Per me sarebbe un grande regalo. Grazie!

Rispondi